Skip to main content

A chi rivolgersi per la perizia di stima? E’ questa una relazione che serve a determinare il valore di un immobile ed è spesso un documento piuttosto lungo perché tanti sono gli aspetti che va ad analizzare per ufficializzare poi la stima della casa in questione.

Cos’è la perizia di stima di un immobile

Ovviamente, con la perizia di stima, si va appunto a “stimare” il valore di una casa che poi potrà comunque subire delle oscillazioni una volta inserito sul mercato. La relazione che contiene la perizia comprenderà una serie di aspetti ben precisi, tutti utili al fine della valutazione del valore di un immobile. Ecco brevemente elencati gli aspetti approfonditi all’interno della perizia di stima:

  • descrizione del sopralluogo dell’immobile da valutare effettuato da un professionista (geometra)
  • spiegazione del metodo usato per effettuare la relazione di stima dell’immobile
  • tabelle numeriche che spiegano in che modo è stata effettuata la stima del valore dell’immobile
  • illustrazioni e grafici a corredo

Insomma la perizia di stima è una relazione completa in cui si spiega nei minimi dettagli gli aspetti e le caratteristiche dell’immobile tenuti in considerazione per arrivare a una stima più precisa possibile. Detto degli aspetti approfonditi, passiamo a quelle che sono le caratteristiche dell’immobile che vengono prese in considerazione al fine della perizia:

  • luogo dove l’immobile è ubicato
  • materiali impiegati nella costruzione dell’immobile stesso
  • struttura portante
  • informazioni sulla concessione edilizia
  • dati catastali
  • certificazioni di agibilità o abitabilità
  • stato delle rifiniture dell’immobile
  • data di costruzione dell’immobile
  • descrizione della zona di ubicazione e dei servizi pubblici disponibili

Ma quando serve la perizia di stima? Risulta necessaria quando si richiede un mutuo e allora in questo specifico caso sarà proprio la banca a mandare un suo perito. Non può prescindere da certificati importanti come quelli di agibilità e abitabilità ed è dunque un documento di sicura importanza. Non è obbligatoria ogni qualvolta si compri casa ma è consigliabile in alcuni casi specifici, quando cioè c’è molta discrepanza sulla cifra richiesta dal venditore e l’effettivo valore di mercato dell’immobile.

Perizia di stima: a chi rivolgersi?

Per effettuare una perizia di stima occorre rivolgersi necessariamente a un professionista, nello specifico un tecnico abilitato alla professione di perito ed iscritto ad un Ordine (degli Ingegneri, Architetti o Geometri). L’assenza di questo requisito rende la perizia nulla ai fini legali quindi il consiglio è di fare molta attenzione quando si ha bisogno di questo documento. Bisogna sempre rivolgersi a un professionista, altrimenti potreste incappare in brutte sorprese.

Se non conoscete nessuno di affidabile, potreste chiedere alla vostra agenzia immobiliare di fiducia che, grazie alla sua esperienza, saprà senza dubbio indicarvi qualcuno di competente al quale rivolgervi. Una volta scelta la persona che dovrà effettuare la perizia di stima, questa dovrà come prima cosa effettuare un sopralluogo per verificare l’esistenza di alcune precise variabili (che sono in parte quelle che vi abbiamo precedentemente elencato). Solamente una volta raccolte tutte le informazioni, il perito potrà procedere alla stesura del documento che sarà molto dettagliato e potrà dunque essere anche particolarmente lungo.

Open chat
infoline
Ciao, come posso aiutarti?