Skip to main content

Cosa si intende con il termine “classe immobile signorile”? Prima di scendere nel dettaglio di questo argomento, che vale sicuramente un bell’approfondimento, è bene forse comprendere il significato di classe catastale per capire quali sono le variabili che concorrono a determinare un certo tipo di categoria (e poi di classe) di un immobile.

Categorie e classi

Le categorie catastali sono delle specie di “etichette” usate per classificare gli immobili in base alla loro destinazione d’uso e alla loro rendita. Vengono dunque valutate tutte le caratteristiche degli immobili – dagli scopi per cui sono stati costruiti alle caratteristiche intrinseche – e a quegli stessi immobili viene accostato un simbolo composto da numeri e lettere che denota appunto una certa categoria. In Italia esistono 6 categorie catastali e ognuna è contraddistinta da una lettera compresa tra A e F (il gruppo), seguita da un numero (la classe); quest’ultima variabile determina, in modo ancora più preciso, la natura di un immobile. Nel gruppo A rientrano gli immobili di uso più comune, a destinazione ordinaria, come appunto le abitazioni. E’ a questo punto che entra in gioco la classe immobile signorile (A1), ovvero una etichetta che viene utilizzata per classificare tutte quelle abitazioni che si trovano in zone di pregio rispetto alle abitazioni residenziali e hanno finiture di grado elevato che di fatto aumentano il valore degli immobili. Le altre classificazioni sono:

  • A/1: abitazioni di tipo signorile
  • A/2: abitazioni di tipo civile
  • A/3: abitazioni di tipo economico
  • A/4: abitazioni di tipo popolare
  • A/5: abitazioni di tipo ultrapopolare
  • A/6: abitazioni di tipo rurale
  • A/7: abitazioni in villini
  • A/8: abitazioni in ville
  • A/9: castelli, palazzi di eminenti pregi artistici o storici
  • A/10: uffici e studi privati
  • A/11: abitazioni ed alloggi tipici dei luoghi

Classe immobile signorile: caratteristiche

Come detto, gli immobili che vengono classificati in A1 devono avere alcune precise caratteristiche. Devono ad esempio essere ubicati in zone di pregio e devono altresì possedere caratteristiche costruttive, tecnologiche e rifiniture di alto livello. Le caratteristiche di una casa o un appartamento in classe signorile sono:

  • superficie commerciale superiore a 250 mq
  • servizio di portineria
  • presenza dell’ascensore
  • ampi spazi comuni
  • presenza di 3 servizi igienici con finiture eccezionali di tipo signorile

Classe immobile signorile: calcolo

Per il calcolo delle classi immobiliari, quindi anche della classe signorile, ci si affida a un algoritmo che mette a confronto alcuni valori, nello specifico quelli immessi nell’Aggiornamento Catasto dei Fabbricati (DOCFA) con i valori presenti nelle tabelle predisposte dall’Ufficio del Catasto. Un professionista del settore sarà quindi in grado di estrapolare i dati corretti per determinare l’esistenza di una classe immobiliare signorile oppure no. A seconda della classe catastale di un immobile si potrà dunque ambire ad avere una conoscenza generale delle caratteristiche di un immobile e di conseguenza anche un quadro più chiaro per capire come un determinato immobile possa collocarsi sul mercato immobiliare. Valutazione, questa, importante se si intende vendere o acquistare. 

Open chat
Ciao, come posso aiutarti?